FRUTTO ANTICO CORBEZZOLO V30

38.00

Il Corbezzolo è una pianta sempreverde simbolo dell’autunno. E’ infatti in questa stagione che questo alberello raggiunge il massimo del suo splendore con i suoi frutti rossi e i fiori bianchi a grappolo.

I frutti sono delle bacche sferiche di circa due cm di colore rosso porpora, granulosi. Vengono usati soprattutto per la per la preparazione di marmellate poichè al palato risultano un pò aciduli.

Indicazioni utili per coltivare il corbezzolo:

  • Va posizionato in una zona aperta, soleggiata e protetta dai venti;
  • Non teme il freddo ma durante l’inverno è opportuno coprire le piante giovani con un tessuto non tessuto;
  • Nei primi anni di vita consigliamo annaffiature frequenti. Una volta adulta questa pianta resisterà bene alla siccità dei mesi estivi;
  • La concimazione va fatta solamente dopo l’impianto su terreno; mentre sarà opportuno durante il primo anno di vita rinnovare la pacciamatura quando questa tenderà a ridursi;
  • In primavera eseguite una leggera potatura per favorire la fioritura;
  • Gli uccelli sono ghiotti dei frutti del corbezzolo, pertanto in autunno quando sono pronti non perdete tempo e raccoglieteli subito.

Se non avete un giardino ma amate comunque questa pianta è possibile coltivarla in vaso. Scegliete un recipiente di 50cm circa e un terriccio acido. Coltivatelo con le medesime regole dell’impianto su terreno, magari nella stagione vegetativa aggiungete un pò di concime come Unisol Concime Idrosolubile. Farà sicuramente bella mostra sul terrazzo regalandovi “sollievo” durante le uggiose giornate autunnali.

3 disponibili

Product code: 5097927b3697. Category:
Share
Descrizione
  • La pianta del corbezzolo si presenta come un cespuglio sempre verde molto ramificato con i rammi giovani di colore rossastro. Può raggiungere un’altezza compresa tra i 2 e i 6 metri circa.

    Il frutto è una bacca sferica di circa 2 centimetri, carnosa e rossa a maturità, ricoperta di tubercoli abbastanza rigidi spessi qualche millimetro; i frutti maturi hanno un  sapore molto buono e maturano in ottobre-dicembre, nell’anno successivo rispetto alla fioritura che dà loro origine, hanno una maturazione scalare e possono essere presenti sullo stesso arbusto bacche rosse mature e più chiare ancora acerbe.